[1]♥  Let me take you down,
’cause I’m going to strawberry fields.
nothing is real and nothing to get hungabout
strawberry fields forever
strawberry fields forever

Sciolta in canto la neve di febbraio
Nasce una gemma ad ogni ramo secco
La rondinella porta il ciel nel becco
Esala chiare nuvole il ghiacciaio.

Così d’erbe bambine odora il mondo
E l’acqua innamorata canta e spazia
E l’allodola leva la sua grazia
agli occhi del mattino
verecondo.

[1] Con le note di: Strawberry Fields Forever, The Beatles
In copertina: Ph. Elias Tahan
© Tutti i diritti riservati]

A proposito di:Lóu { 2 idee 1 goccia d'enfasi }

sarà inquietudine estetica, vorace istinto del nuovo per il nuovo in omaggio a un che di antico. E la forma? Mettiamo che sia la stanza a tenere tutto insieme. Intensità della vita in contrasto con l’immobilità. Prospettive. Le Nove Porte {...} é la luce ad arredare le stanze

4 commenti in “strawberry fields (& chocolat)” {en passant}

  1. Buonasera fanciulla come stai?
    Qui bene, benino… non ci si può lamentare ma tantomeno campare troppo facilmente. La giusta via di mezzo non è mai un ospite scomodo.
    Sto allargando le mie vedute e i mie orizzonti nel mio blog ho aggiunto alcune cosette e tolto altre che ritenevo inopportune.
    Un abbraccio fortissimo… speriamo di sentirci presto!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *