Il senso del se
Mescolando le parole
Nel lo splendore del vero

[1]«Ho voglia di rendere tutto, di mischiare tutto, di dire tutto nello stesso tempo.»

[2]But the way that i feel about you
Is beyond words.
Give me the words.
da da da da da da.
da da da da da da.

In una melodia che conduce più lontano.
In un’immagine, dentro; morbida, pastosa, nè ‘l segno, nè ‘l nome
fra due pareti verticali, move la schiena sua soavemente.
Nell’andare e lo stare
, ne la voce et nell’orme
ell’ è ripiena d’ogni sentimento.


[1] Jean-Luc Godard
[2] In A Manner Of Speaking, Nouvelle Vague feat. Camille
© Tutti i diritti riservati

A proposito di:Lóu { 2 idee 1 goccia d'enfasi }

sarà inquietudine estetica, vorace istinto del nuovo per il nuovo in omaggio a un che di antico. E la forma? Mettiamo che sia la stanza a tenere tutto insieme. Intensità della vita in contrasto con l’immobilità. Prospettive. Le Nove Porte {...} é la luce ad arredare le stanze

8 commenti in “In un cuore di …” {en passant}

  1. Non sempre è facile trovare le parole,non sempre è sufficiente guardare dentro di noi .. a volte le cerchiamo invano, senza trovarle.

    Poi, all’ improvviso, bastano un gesto dolce, una parola gentile o un pensiero per farle tornare a fluire !

    Un grande abbraccio, Angelika .. è sempre bello incontrarti ! 🙂

  2. Gli adorabili nouvelle vague che coverizzano i tuxedomoon… unici. Adoro questo commento sonoro…

    e resto Tuned per le novità che posterai continuando questo…

    Io Ti Adoro… dal primo giorno, che c’entra!

    Un Abbraccio, Baci e Notte

    Aleks

  3. strani i cambi di stagione…

    dentro sei tutto scombussolato…

    meno male che per errore ho chiuso il browser e son dovuto ritornare qua con un po’ di ritardo…

    altrimenti invece di questo commento ti avrei scritto un pvt di cui poi mi sarei pentito…

    mannaggia agli ormoni…

    Baci dolci, sparsi, infiniti

  4. Godard svela un desiderio che corrisponde a ciò che avviene nella nostra mente, e cioè nulla di sequenziale, ma tutto insieme, intricato e composto. E il linguaggio verbale, che è sequenziale, non può tener dietro a una simile potenza generativa. Un belllissimo senso di dolcezza e di energia fluisce e inonda lo spazio che hai creato.

  5. Traspare sensualità in ogni tua parola… anche per questo mi sono preoccupata io!!! XD Ma ormai sono idee passate…

    Essere monella… è troppo divertente!!! E’ parte intrinseca di me ho scoperto, e devo dire che mi va benissimo questo lato della mia personalità! E anche a qualcun altro. Le vacanze sono finite un po’ male, tutto quello studio solo per sentirmi umiliata… mi ha fatto confondere da matti!!! >_< Uff, ma vabbè, tanto tra un po' ci riproverò! Un bacione forte piccolina, aspetto ancora di sapere le tue impressioni su quest'estate! =)

  6. Ciao Ang.K.. rieccoci qui dopo un estate che è scivolata veloce…bellissimo il riferimento a Godard,e personalmente penso che sia proprio vero che il senso del si,sia qualcosa che ha anche fare con la globalità e che quando sincero (ovviamente ) anche con la verità.Una verità relativa,personale,non un modello universale insomma,ma un modello esclusivo e personale,con cui esprimere la propria ‘interezza’ come persone,vive,emozionate ed emozionabili.

    Un abbraccio fortissimo…

    Ma che bello riessere qui…

    Altri abbracci…

    A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *