THE 11TH HOUR
E io dovrei…, cosa?
Poco dopo egli si drizzò sospettoso. Si perchè là c’era da guardarsi da tutto e da tutti anche da questo sibilo, che al primo sentirlo, era parso alleato, ma poi anche lui portava un ritardo e un intoppo. Disse lui: “Signori miei, tacete e ritiratevi: tacere, ritirarsi. Ridere.
{pause: screaming and maniacal laughter}
“Oh! io riderei molto, veglierei questa notte per poter ridere undici ore di seguito, se voi signori non mi ispiraste, malgrado tutto, un profondo rispetto. Son troppe due gocce di sangue per ammirare lo spettacolo? C’è ancora qualchedun altro che vuole sollevare obiezioni di natura, diremo così, fondamentale? E ora aiutatemi davvero. Intesi? Tornate tutti ai vostri posti!”

LA CITTÀ DELLA NOTTE ROSSA
Angelica sembrò aver perso interesse per l’argomento. Aveva sete. Si alzò dal letto e andò ad appoggiarsi al davanzale della finestra. Claudio ne osservò il profilo, così simile al suo e pure così misteriosamente diverso, che si stagliava contro l’oscurità della notte. Le vene e le arterie del giorno morente si stendevano all’orizzonte. Dal giardino sottostante gli giungeva tutta la ricca ed infinitamente pungente gamma di odori che distillano le notti estive.

ROSSO DI SERA
Giacendo nella frescura notturna, chiuse gli occhi, e si abbandonò al le martingale.



IN COPERTINA:
Anna Mouglalis, Romanzo Criminale
Italia 2005, Regia di Michele Placido
© Tutti i diritti riservati

A proposito di:Lóu { 2 idee 1 goccia d'enfasi }

sarà inquietudine estetica, vorace istinto del nuovo per il nuovo in omaggio a un che di antico. E la forma? Mettiamo che sia la stanza a tenere tutto insieme. Intensità della vita in contrasto con l’immobilità. Prospettive. Le Nove Porte {...} é la luce ad arredare le stanze

3 commenti in “The rules of deception” {en passant}

  1. …interessante la citazione della legge di Antoine Laurent De Lavoisier…

    già nella realtà, non quella apparente, tutto si trasforma, nulla compare e nulla scompare…

    dovremmo aver animo come fiumi per capire questa fondamentale realtà…

    “tutto scorre…” (panta rei, Eraclito)

  2. vorrei un abbraccio

    sò di esser presuntuoso con questa richiesta ma so che qui posso trovare ciò di cui ho bisogno…

    mi lascio cullare oggi dai pensieri sbiaditi, dal tempo mutevole, da note intrise d’emozioni..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *